Ritrovarci tra i fili

Veniamo da lavori in campo sociale ed educativo e crediamo nel valore dei fili e del fare a mano per creare reti e legami anche tra le persone. Vogliamo creare cerchi di persone che si trovano a lavorare insieme, scambiandosi saperi antichi e condividendo confidenze ed esperienze di vita.

Loretta Napoleoni

Loretta Napoleoni

Siamo perché lavoriamo ai ferri, siamo tutti collegati da un filo globale che ci tiene uniti. (...) Ciò che ci tiene uniti (...) sono i frutti della terra: lana, seta, cotone e il modo in cui li usiamo (...) ] il filato che lavoriamo ci ricorda che apparteniamo tutti a questo pianeta, siamo tutti parte del miracolo della vita. Il mantra che recitiamo, un punto alla volta è l’OM della vita: non siamo soli, condividiamo dolore, dispiacere e disperazione, così come gioia, amore e felicità.

Alice Twain

Alice Twain

La sostenibilità è oggi ancora più importante. La consapevolezza di quanto il pianeta sia fragile oggi è quanto mai viva e per questo è sempre più importante sfuggire alle sirene della moda usa-e-getta e concentrarsi su materiali a basso impatto.

Sostenibilità tra i fili

Crediamo che la Terra che lasceremo ai nostri figli domani dipenda dalle nostre decisioni di oggi. Per questo privilegiamo fornitori che operano scelte sostenibili da un punto di vista etico e ambientale e abbiamo scelto un packaging privo di plastica.

Ritrovarsi tra i fili

Vogliamo diffondere “la cultura dei fili” perchè crediamo che siano potenti mezzi di rilassamento, benessere personale e promozione dell’autostima nella quotidianità frenetica o nei periodi un po’ bui che tutti nella vita attraversiamo ogni tanto. Intrecciare fili nelle sue diverse forme promuove la creatività, gratifica e stimola le persone ad aver un obiettivo.

Elisabeth Zimmerman

Elisabeth Zimmerman

Knit on with confindence and hope trhough all crisies (Lavora a maglia con fiducia e speranza attraverso tutte le difficoltà)

Alice Twain

Alice Twain

Creando capi personalizzati possiamo forgiare uno stile individuale (...) senza dover seguire i dettami della moda. Il lavoro ai ferri può essere uno strumento per cambiare il mondo, almeno in piccola parte, indicando la via del riuso, del riciclo, della scelta di materiali a basso impatto.

Fare a mano tra i fili

Vogliamo diffondere la cultura del fare a mano: abbiamo sperimentato tante volte l’emozione di preparare un regalo con le proprie mani…e di vederlo poi indossato dalle persone che amiamo! E vogliamo promuovere la pratica del riuso: crediamo che il maglioncino fatto dalla zia che passa al fratellino e poi al cuginetto non perda valore ma anzi ne acquisti …che la coperta a quadri della bisnonna non sia vecchia ma antica.

Sostenerci tra i fili

Crediamo nel valore della solidarietà e crediamo che ci siano molte persone con la voglia e la capacità di fare e molte altre che hanno bisogno di una coperta o un cappellino fatto a mano per scaldare il corpo e il cuore: per questo vogliamo incontrare le associazioni che si occupano delle fasce più deboli, magari raccogliendo manufatti preparati da chi ha voglia di donare il suo tempo e le sue mani.

Loretta Napoleoni

Loretta Napoleoni

Gli appassionati di maglia sono altruisti e lavorano meno per se stessi che per gli altri: sferruzzano per parenti, amici, associazioni di beneficienza e per altre varie buone cause
Close Menu
×
×

Carrello

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: